INTERNAZIONALIZZAZIONE
Sydney, al via la missione dei Commercialisti italiani
Si svolgerà dal 5 all’8 novembre l’iniziativa promossa dall’A.I.C.E.C., in collaborazione con il Consiglio nazionale di categoria e la Cassa di previdenza dei ragionieri e periti commerciali, per promuovere il Made in Italy in Australia

Si svolgerà a Sydney dal 5 all’8 novembre la missione dell’Associazione Internazionalizzazione Commercialisti ed Esperti Contabili (A.I.C.E.C.), in collaborazione con il Consiglio nazionale di categoria e la Cassa di previdenza dei ragionieri e periti commerciali per promuovere opportunità di collaborazione e investimento tra l’Italia e l’Australia, conoscere i mercati di sbocco offerti e consentire l’eventuale partecipazione al concomitante Congresso mondiale della professione contabile “WCOA 2018” organizzato da IFAC, che si svolgerà a Sydney nelle stesse date.

La missione, che ha come principale obiettivo la promozione del Made in Italy in ambito imprenditoriale e professionale, permetterà a professionisti e imprese di incontrare le istituzioni, gli stakeholder locali e i colleghi che rappresentano la professione in Australia per creare opportunità strategiche di crescita. Per questo motivo, alla missione parteciperanno non solo i commercialisti, ma anche le loro aziende clienti per vivere insieme l’esperienza internazionale ed essere informati sulle opportunità offerte. Alla missione prenderanno parte anche 40 imprese australiane selezionate con cui i commercialisti potranno interagire per organizzare eventuali B2B.

L’Australia rappresenta il 28° mercato di destinazione dell’export italiano. Ampi margini di crescita sono riconosciuti ai settori dell’alta moda, dell’agroalimentare e dell’arredamento. Con le sue missioni, l’Associazione vuole contribuire a raggiungere gli obiettivi del Piano straordinario del governo per la promozione del made in Italy e l’attrazione degli investimenti, rafforzando il ruolo del commercialista per l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

“Il supporto del commercialista – spiega Giovanni Gerardo Parente, presidente dell’A.I.C.E.C. – è necessario e insostituibile per affiancare soprattutto le piccole e medie imprese italiane che già operano nei mercati esteri o che hanno il desiderio o la necessità di operarvi. La specifica competenza dei commercialisti nella consulenza d’impresa in ambito internazionale rappresenta uno dei possibili settori di specializzazione della professione, che può agevolmente tradursi in un’importante crescita tanto del professionista quanto delle imprese clienti.

IL PROGRAMMA DEFINITIVO APRI ALLEGATO
Condividi su:      

© Copyright 2010  CNDCEC  - Piazza della Repubblica n. 59 - 00185 Roma - CF e P.Iva 09758941000 Tutti i diritti riservati Note legali  - Privacy
info@commercialisti.it  | consiglio.nazionale@pec.commercialistigov.it  | credits